Come funziona il recupero crediti

Se il promotore non restituisce il prestito nel tempo prestabilito, secondo il contratto del prestito firmato tra gli investitori e la piattaforma, Housers si troverà nella situazione di dover richiedere un’ingiuzione extragiudiziale per l’adempimento dei suoi obblighi che sarà seguita immediatamente, nel caso in cui il promotore non si conformi alla sua proposta, dalle relative azioni legali.

Così, verrà convocata un’assemblea dei prestatori dove, come già comunicato nell’articolo dedicato, gli investitori potranno, in caso di progetti di prestito scaduti, chiedere il rimborso del prestito con il sostegno di un’impresa specializzata nel recupero.

Cosa sucede se gli investitori chiedono il rimborso tramite un’impresa specializzata nel recupero?

Le società di recupero crediti sono quelle che fanno da intermediarie tra l’impresa creditrice e il consumatore per adempire il credito di quest’ultimo. I recuperi di credito sono tentativi da parte di un dipartimento o di un’agenzia di recupero crediti per recuperare un obbligo di credito scaduto.

In questo caso, l’impresa che si occuperà di gestire il recupero dei crediti è Multigestión Iberia, formata da un team di avvocati specializzati che si occuperà di verificare tutta la documentazione disponible per determinare se il caso ha del potenziale per poter essere mandato in tribunale. Se così fosse, viene stabilito un piano di azione con il fine di stabilire il tipo di procedimento più favorevole per ottenere il recupero crediti, così come le preferenze dell’investitore.

Piano direttivo

La società specializzata nel recupero crediti si occuperà della gestione della pratica durante tutto il suo percorso. Questo vuol dire: invio di lettere, telefonate, negozazione prima della domanda, gestione di tutto il caso, risoluzione e il rigetto delle accuse che potrebbero essere state avanzate nel corso del procedimento giudiziario, o lo sfratto corrispondente ad una sentenza.

Fasi del processo:

  • Verrà inviata una comunicazione certificata circa l’assegnazione della pratica, dove verrà comunicato il saldo del debitore e sarà offerta la possibilità di risolverlo in modo amichevole.
  • Il debitore sarà quindi contattato telefonicamente per rafforzare la risoluzione amichevole e ribadire il contenuto della comunicazione certificata con un approccio diretto avvocato-debitore.
  • Nel caso in cui il rifiuto continui, sarà inviato una seconda comunicazione, in cui sarà presente la scadenza del prestito, il saldo finale del debito, l’avvio dell’azione legale e la concessione di un altro termine per il pagamento.
  • Dopodichè, verrà ripresa la comunicazione telefonica, per poter riferire il successivo deposito della domanda.
  • Infine, si arriverà al processo giudiziario, dove ci sarà una negoziazione parallela tra i titolari, fino al suo completamento.

La società specializzata in recupero crediti riceverà, a titolo di corrispettivo per le proprie prestazioni una percentuale calcolata sull’importo lordo del credito recuperato (importo nominale + interessi di mora + altre spese). Questa commissione verrà applicata sulle quantità effettivamente recuperate, in maniera sia amichevole che giudizialmente attraverso l’interposizione della corrispondente procedura giudiziaria.

Le spese legali di onorari, avvocati e spese straordinarie sono a carico di Housers.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*